Il contribuente ha la possibilità, tramite l’istituto del ravvedimento operoso, di regolarizzare spontaneamente gli omessi o ritardati versamenti del bollo con il beneficio di una riduzione della sanzione, purchè l’Amministrazione non abbia iniziato un’attività di accertamento in riferimento ovviamente al tributo in questione.
Chi intende avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso, dovrà effettuare il contestuale versamento di tassa, sanzione e interessi come di seguito meglio indicato.

Ravvedimento operoso 2014, ecco le opportunità:

  • Versamento effettuato entro i 30 giorni successivi all’ultimo giorno utile per il pagamento: oltre al pagamento del bollo è applicata una sanzione pari al 2,5% (3% dal 01.02.2014) dell’importo dovuto e gli interessi moratori, calcolati al tasso legale, giorno per giorno, pari allo 0,0082% (3% su base annua) dal 01.01.2011 al 31.12.2012, allo 0,0041% (1% su base annua) dal 01.01.2013 al 31.12.2013 ed allo 0,0027% (1,5% su base annua) dal 01.01.2014.
  • Versamento effettuato dopo i 30 giorni, ma entro un anno dall’ultimo giorno utile per il pagamento: oltre al pagamento bollo auto è applicata una sanzione pari al 3% (3,75% dal 01.02.2014) dell’importo dovuto e gli interessi moratori, calcolati al tasso legale, giorno per giorno, pari allo 0,0082% (3% su base annua) dal 01.01.2011 al 31.12.2012, allo 0,0041% (1% su base annua) dal 01.01.2013 al 31.12.2013 ed allo 0,0027% (1,5% su base annua) dal 01.01.2014.
  • Versamento effettuato oltre l’anno: se non è ancora stata constatata la violazione (azione di accertamento da parte della Regione), oltre al pagamento bollo auto è applicata una sanzione pari al 10% dell’importo dovuto e interessi dell’ 1,375% per ogni semestre maturato.

sanzioni bollo auto, ravvedimento operosoSi consiglia, comunque, di effettuare il pagamento bollo auto presso le agenzie pratiche auto convenzionate, tra cui l’ACI, i tabaccai oppure presso gli uffici postali con la sola modalità on-line, in quanto il calcolo delle sanzioni e degli interessi viene fatto automaticamente. Il calcolo esatto dell’importo del bollo auto da pagare potrà essere visualizzato inserendo la vostra targa nel tool gratuito dell’Agenzia delle Entrate. Istruzioni ed avvertenze per il corretto utilizzo del servizio sono disponibili invece a questo link.

Nel caso in cui il pagamento bollo auto sia insufficiente (e non omesso) e si voglia provvedere a sanare la situazione, occorre effettuare un versamento che comprenda la tassa non versata, fino alla concorrenza di quella dovuta, la sanzione sulla tassa non versata e gli interessi, con le stesse modalità sopra indicate.

Riepilogo sanzioni ed interessi per il ravvedimento operoso 2014

Se non vi siete ricordati l’esatta scadenza del vostro bollo auto, allora usufruite di questa utile tabella riepilogativa per le opportunità offerte nel caso di pagamento ritardato del bollo auto.

Se il ravvedimento operoso avviene:SanzioneInteressi
entro il 30° giorno dalla scadenza del pagamento bollo auto (es. scadenza bollo 31 agosto -scadenza pagamento 30 settembre -pagamento ritardato entro il 30 ottobre)2,5% della tassa3 % della tassa (dal 01.02.2014)0,0027% giornaliero della tassa (dal 01.01.2014)0,0041% giornaliero della tassa (dal 01.01.2013 al 31.12.2013)0,0082% giornaliero della tassa (dal 01.01.2011 al 31.12.2012)
entro 1 anno dalla scadenza del pagamento bollo auto (es. scadenza bollo 31 agosto-scadenza pagamento 30 settembre- pagamento ritardato entro il 30 settembre dell’anno successivo)3% della tassa3,75 % della tassa (dal 01.02.2014)0,0027% giornaliero della tassa (dal 01.01.2014)0,0041% giornaliero della tassa (dal 01.01.2013 al 31.12.2013)0,0082% giornaliero della tassa (dal 01.01.2011 al 31.12.2012)
oltre l’anno dalla scadenza del pagamento bollo auto, ma prima della notifica dell’avviso di accertamento10% della tassa1,375% della tassa per ogni semestre maturato dopo la scadenza

home